Risparmio, cresce la fiducia
nella consulenza finanziaria

12/11/2019

Dal Rapporto della Consob sulle scelte di investimento delle famiglie emerge che il 20% si affida a un consulente finanziario, con il quale si crea una relazione solida. La ricerca conferma la necessità di iniziative di educazione finanziaria per colmare la scarsa conoscenza sui temi finanziari

Ultime notizie

angle-left null Sella, positivi i risultati dei primi nove mesi del 2019

Sella, positivi i risultati dei primi nove mesi del 2019

Il Consiglio d'amministrazione di Banca Sella ha approvato i risultati al 30 settembre 2019 che si sono chiusi con un utile netto di 29,2 milioni di euro, in crescita del 28,9% rispetto ai 22,6 milioni di euro dello stesso periodo dell'anno precedente.

Positivo anche l'andamento della raccolta globale al valore di mercato, pari a 27,6 miliardi di euro, in crescita dell'8,3% rispetto alla fine del 2018. La componente della raccolta diretta si è attestata a 11 miliardi di euro, in crescita del 10,1%.

Quanto al credito a famiglie e imprese, gli impieghi sono saliti del 2,9% rispetto alla fine del 2018, attestandosi a 7,2 miliardi di euro. L'Npl Ratio netto è ulteriormente migliorato, scendendo al 4% rispetto al 4,5% di fine 2018.  L'indice Texas Ratio, pari al 58%, si è confermato tra i migliori del sistema bancario italiano. 

I ricavi netti da servizi sono risultati pari a 159,2 milioni di euro, in crescita del 4,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il margine di interesse è cresciuto dell'1,9% a 110,8 milioni di euro e il margine di intermediazione del 3,5% a 270 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. 

Banca Sella ha anche confermato la sua solida posizione patrimoniale, con un Cet1 del 14,92% e un Total Capital Ratio del 18,90% (erano14,63% e 18,06% a fine 2018). Positivi anche gli indicatori relativi alla liquidità: l'indice LCR è pari a 223,6%, mentre l'indice NSFR è pari a 154,8%, ampiamente superiori al limite minimo previsto del 100%.

 

Il risultato di Banca Sella si inserisce nell'andamento complessivamente positivo del Gruppo Sella, che al 30 settembre 2019 ha registrato un utile netto di 26,4 milioni di euro, sostanzialmente stabile rispetto ai 26,7 milioni di euro dello stesso periodo dell'anno precedente, sui quali aveva inciso positivamente la componente straordinaria della cessione della partecipazione in Banque Martin Maurel Sella. Senza considerare le componenti straordinarie, dunque, a perimetro confrontabile l'utile netto dei primi nove mesi di quest'anno sarebbe stato di 28,1 milioni di euro, in crescita rispetto ai 25,2 milioni di euro dello stesso periodo dell'anno precedente. 

Il Gruppo ha continuato a investire e crescere in particolare nel fintech e nell'open banking. La "startup interna" Hype, che opera nel mercato delle challenger banks, ha superato i 900.000 clienti. Senza considerare gli investimenti sostenuti per questo progetto l'utile netto consolidato dei primi nove mesi dell'anno sarebbe stato di 35,8 milioni di euro, in crescita rispetto ai 30,6 milioni di euro dello stesso periodo dell'anno precedente. 

Il Gruppo, inoltre, ha continuato a sviluppare l'ecosistema di open innovation promosso attraverso il Fintech District di Milano che ha compiuto due anni e al quale oggi aderiscono oltre 130 aziende e startup innovative. 

È stata inoltre conclusa l'acquisizione di un immobile in Corso Galileo Ferraris a Torino, in cui nascerà un nuovo polo del Gruppo nel capoluogo piemontese che ospiterà una succursale di Banca Sella, uffici del private banking e di altre società del Gruppo e spazi dedicati ai servizi di innovazione e fintech.

I risultati consolidati dei primi nove mesi del 2019 hanno evidenziato una crescita dell'8,6% della raccolta globale al valore di mercato, che si è attestata a 38,8 miliardi di euro, mentre la componente di raccolta diretta è cresciuta del 10,7% attestandosi a 12,8 miliardi di euro rispetto alla fine del 2018. Gli impieghi comprensivi dei Pct sono cresciuti del 4,7% attestandosi a 8,4 miliardi di euro rispetto alla fine del 2018. L'indice Texas Ratio, pari al 52,6%, si è confermato tra i migliori del sistema bancario italiano. 

Rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente i ricavi netti da servizi sono cresciuti del 7% attestandosi a 249,8 milioni di euro, il margine di interesse è cresciuto del 5,4% a 179,2 milioni di euro e il margine di intermediazione del 6,3% a 429 milioni di euro. 

Confermata la solida posizione patrimoniale. Il Cet 1 del Gruppo è pari a 11,25% e il Total Capital Ratio a 13,35%, entrambi ampiamente superiori alle soglie richieste. Positivi anche gli indicatori relativi alla liquidità: l'indice LCR è pari a 207,9%, mentre l'indice NSFR è pari a 137,5%, ampiamente superiori al limite minimo previsto del 100%.


Friday 8 November 2019

ULTIM'ORA Il Sole 24 Ore - Radiocor

Imprese

Mini-bond e finanza d'impresa, gli strumenti per i piani di sviluppo e crescita delle Pmi

24/10/2019

Grazie a queste soluzioni le aziende possono crescere e aprirsi a mercati più ampi. La divisione di Corporate & Investment Banking del gruppo Sella ha assistito la società Graded nell'emissione di tre mini-bond

Investimenti

Innovazione e nuovi servizi
per la consulenza indipendente

28/10/2019

Dopo l'introduzione del nuovo Organismo dei Consulenti Finanziari, Banca Sella lancia una piattaforma web e un conto corrente ad hoc che permettono a consulenti e clienti di interagire direttamente tramite specifiche soluzioni tecnologiche messe a disposizione dalla banca

Scenario

L'innovazione e il fintech
"influenzano" la finanza

06/11/2019

Pietro Sella, ceo del Gruppo Sella e promotore del Fintech District di Milano e della prima piattaforma di open banking italiana, è stato inserito da Financecommunity tra le 50 personalità più influenti del settore finanziario nel 2019. È stato tra i primi banchieri a capire la potenza disruptive del fintech 

Federazione Nazionale Cavalieri del lavoro, Maurizio Sella è il nuovo presidente

23/10/2019

È stato eletto all'unanimità nel corso dell'assemblea ordinaria dei soci che si è svolta il 22 ottobre presso la Sala della Clemenza di Palazzo Altieri a Roma. Subentra ad Antonio D'Amato che ha guidato l'associazione negli ultimi sei anni. Maurizio Sella è stato nominato Cavaliere del Lavoro nel 1991 e dal 2017 ha presieduto il Gruppo Piemontese

Pagamenti

Shopping più semplice
per i turisti cinesi in Italia

02/07/2019

Saranno 3 milioni le presenze dalla Cina previste nel nostro Paese nel 2019. Grazie all'accordo siglato da Banca Sella e UnionPay, entro l'anno le carte di pagamento della società cinese saranno accettate dagli oltre 80 mila negozi che utilizzano i Pos della banca

Commercio elettronico

Crescono gli acquisti on line
E nascono nuovi modi di pagare

09/05/2019

D'ora in poi sarà possibile pagare anche tramite link, Qr code e sms. Anche in quei negozi che non hanno un sito di e-commerce. Questa nuova soluzione è stata lanciata da MyBank ed è disponibile per i clienti di alcune banche italiane tra cui Banca Sella

Biella è diventata
Città Creativa dell'Unesco

31/10/2019

È arrivata l'ufficialità da parte dell'organizzazione. La cittadina laniera fa il suo ingresso nel circuito mondiale che ha l'obiettivo di promuovere la collaborazione fra città che hanno individuato nella creatività l'indirizzo strategico del loro sviluppo urbano sostenibile

Cinema

Finanziare la cultura in Italia: tax credit e il film di Donato Carrisi

30/10/2019

Con questa forma di supporto Banca Patrimoni Sella & C. e Banca Sella hanno contribuito alla produzione di diversi film tra cui "L'uomo del labirinto" tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore, appena uscito nelle sale

Arte

L'arte contemporanea dialoga con Palazzo Bricherasio

31/10/2019

Nei locali dello storico edificio ritorna l'artista Carlo Gloria con la sua installazione "Vado e Vengo", un affresco digitale che riprende i lavori che aveva già realizzato nel 2002 nelle esedre e lungo le pareti d'ingresso

Personaggi

Quintino Sella
torna al Politecnico
di Torino - video

08/11/2019

La statua dello scienziato e statista biellese ha trovato nuova collocazione davanti all'ingresso dell'Aula Magna dell'ateneo in corso Duca degli Abruzzi, dopo essere stata per oltre 80 anni in  Corso Massimo D'Azeglio

Focus Economia e Mercati

A cura del Sole 24 Ore - Radiocor

Solidità e crescita, le buone prospettive delle piccole e medie imprese italiane

Nonostante una congiuntura economica non favorevole, nel 2018 le Pmi del nostro Paese hanno dimostrato buoni fondamentali dal punto di vista finanziario. A confermarlo è l'indicatore Nsa Pmi Index che ha analizzato l'andamento di alcuni elementi come dipendenti, marginalità, liquidità, investimenti, indebitamento ed efficienza


Il libro

Le materie prime hanno una storia straordinaria

Un gustoso libro dell'economista Giraudo ripercorre le vicende di 40 materiali che hanno fatto la storia del mondo e dei mercati, dando vita a guerre, esplorazioni, operazioni di spionaggio e segnando nuovi equilibri tra le civiltà

Cento istantanee
per un mondo migliore

Nel volume di Giovannini e Speroni le immagini che raccontano la complessità dei problemi da affrontare e le possibili soluzioni per consentire alla Terra di recuperare il suo equilibrio e all'umanità di prosperare

Nel volume di Giovannini e Speroni le immagini che raccontano la complessità dei problemi da affrontare e le possibili soluzioni per consentire alla Terra di recuperare il suo equilibrio e all'umanità di prosperare

Nel volume di Giovannini e Speroni le immagini che raccontano la complessità dei problemi da affrontare e le possibili soluzioni per consentire alla Terra di recuperare il suo equilibrio e all'umanità di prosperare

Quanti luoghi comuni sull'economia (e non solo)

Nei libri di Boitani e Bartazzaghi il tema dei luoghi comuni e della banalità presenti nel dibattito sulle questioni economiche

Nei libri di Boitani e Bartazzaghi il tema dei luoghi comuni e della banalità presenti nel dibattito sulle questioni economiche

Nei libri di Boitani e Bartazzaghi il tema dei luoghi comuni e della banalità presenti nel dibattito sulle questioni economiche

L'economia del «bello e benfatto»: il Made in Italy per capire gli italiani

Benini ha ripercorso la vicenda storica dello stile italiano. Un "patrimonio unico", da conoscere e coniugare con la capacità di innovare

Benini ha ripercorso la vicenda storica dello stile italiano. Un "patrimonio unico", da conoscere e coniugare con la capacità di innovare

Benini ha ripercorso la vicenda storica dello stile italiano. Un "patrimonio unico", da conoscere e coniugare con la capacità di innovare