A Sidney il riconoscimento facciale servirà per pagare i trasporti pubblici

Home A Sidney il riconoscimento facciale servirà per pagare i trasporti pubblici

A Sidney il riconoscimento facciale servirà per pagare i trasporti pubblici

Riconoscimento facciale all´ingresso della stazione dei treni a Wuhan, nella provincia di Hubei nella Cina centrale
Riconoscimento facciale all´ingresso della stazione dei treni a Wuhan, nella provincia di Hubei nella Cina centrale - Xinhua / eyevine / contrasto

Nel momento in cui carte contactless e pagamenti tramite smartphone sono sempre più diffusi in tutte le metropolitane del mondo, i pendolari di Sydney potrebbero presto abbandonare questi strumenti e pagare i viaggi tramite il riconoscimento facciale

A predirlo è stato Andrew Constance, il ministro dei trasporti del Nuovo Gallese del Sud, stato dell'Australia sud-orientale la cui capitale è Sydney. In un discorso, riportato da IT News, il ministro afferma che nel "non troppo lontano futuro" il suo dipartimento "utilizzerà la tecnologia di riconoscimento facciale per analizzare i clienti che hanno attivato e collegato il proprio account Opal", ossia l'attuale sistema di smartcard per pagare i trasporti pubblici.
 
La tecnologia è già utilizzata da alcuni rivenditori, in particolare Amazon, che ha negozi senza cassiere che utilizzano telecamere per registrare ciò che la gente compra e prende automaticamente i soldi.


mercoledì 17 luglio 2019