Regole e consigli per superare l'emergenza coronavirus

Home Regole e consigli per superare l'emergenza coronavirus

Regole e consigli per superare l'emergenza coronavirus

Alcune raccomandazioni del Ministero della Salute per contenere la diffusione del coronavirus
Alcune raccomandazioni del Ministero della Salute per contenere la diffusione del coronavirus

Per contenere la diffusione del contagio del Covid-19, il Governo ha adottato una serie di misure che valgono su tutto il territorio nazionale. Il gruppo Sella ha predisposto tutte le iniziative necessarie a garantire il rispetto delle regole di prevenzione e delle raccomandazioni delle autorità competenti.

Dal 24 marzo al 3 aprile, in considerazione dell'emergenza sanitaria e della necessità di ridurre gli spostamenti, sarà possibile accedere alle succursali di Banca Sella esclusivamente su appuntamento e per operazioni urgenti e necessarie. A tutela di clienti e dipendenti, l'accesso alle succursali è stato regolato definendo caso per caso il numero massimo di persone che possono entrare e rimanere in attesa di essere serviti agli sportelli, al fine di garantire la distanza di un metro tra le persone.

In tutte le succursali, inoltre, è in corso la distribuzione e l'installazione nei saloni e sui banconi di piantane e dispenser da tavolo di liquido igienizzante, a disposizione del personale e dei clienti. Sono stati affissi anche avvisi e locandine col decalogo dei comportamenti da seguire. Per tutti i casi in cui ciò è possibile è stata attivata la modalità di lavoro da remoto o in smartworking. Nelle sedi e negli uffici centrali, inoltre, al pari delle succursali sono state adottate le iniziative necessarie a garantire l'attuazione delle misure di prevenzione e in particolare il rispetto della distanza di un metro tra le persone. Dove possibile sono stati anche compartimentati gli ingressi e gli spazi interni.

A questo link le Faq della Presidenza del Consiglio dei ministri e della Protezione civile su regole e consigli da seguire in questo periodo.
- Leggi le Faq 

 

 


mercoledì 11 marzo 2020