Massimo Vigo, risorse umane e tecnologiche per sostenere l'economia e la ripartenza

Home Massimo Vigo, risorse umane e tecnologiche per sostenere l'economia e la ripartenza

Massimo Vigo, risorse umane e tecnologiche per sostenere l'economia e la ripartenza

La sede del gruppo Sella a Biella
La sede del gruppo Sella a Biella - Barbara Corsico

"Banca Sella è una delle realtà più solide del settore bancario italiano e ha sempre coniugato la sua lunga storia, fatta di prudenza, legame col territorio, attenzione al cliente, con una decisa propensione all'innovazione e una chiara visione del futuro". Massimo Vigo, subito dopo il Cda che lo ha nominato nuovo amministratore delegato e direttore generale di Banca Sella, società del Gruppo guidato da Pietro Sella, parla all'AdnKronos del momento attuale e delle sfide che attendono l'economia alle prese con la pandemia Covid19. 

Vigo, che succede a Claudio Musiari, che andrà in pensione dopo una straordinaria carriere di 44 anni nel Gruppo, spiega che la solidità della Banca e del Gruppo e la sua visione del futuro hanno consentito "di affrontare l'emergenza con le necessarie risorse, umane e tecnologiche" e, ci tiene a precisare, "su questo continueremo a fare leva".
Per cui, Banca Sella non si è fatta trovare impreparata: "Abbiamo adottato tutte le misure necessarie a tutelare clienti e dipendenti presso le succursali, ricorrendo allo smartworking in tutti i casi in cui è stato possibile e incentivando l'operatività on line attraverso l'app, l'internet banking e i collegamenti da remoto. Abbiamo anche messo a disposizione decaloghi e servizi di assistenza per chi era meno abituato a utilizzare internet e - assicura il nuovo amministratore delegato - tutto sta funzionando per il meglio". 

Quanto alla fase 2, "nel rispetto di ciò che decideranno le autorità, Banca Sella proseguirà in questa direzione e, soprattutto, sarà incentrata sulle misure a sostegno dell'economia e dei clienti, in modo da accompagnarli nella ripresa della loro attività, che abbiamo già cominciato ad attuare".

Ribadendo come la digitalizzazione dei servizi bancari e finanziari "sia un processo già ampiamente in atto" e che "l'emergenza del coronavirus lo stia solo accelerando" Vigo ricorda come Banca Sella "già da tempo è organizzata per fornire ai clienti un servizio sempre più incentrato sulla consulenza personalizzata e sulle tecnologie innovative e le due cose viaggiano di pari passo". Ora, spiega il nuovo ad, "questa emergenza, e la successiva fase di ripresa e rilancio dell'economia, ci sta portando in uno scenario che sarà ancora più selettivo ed esigente e per questo, come stiamo facendo, è decisivo saper ripensare fin d'ora l'organizzazione del lavoro e delle strutture per avere un'offerta di qualità, sostenibile, che dia risposte rapide ed efficienti ai bisogni dei clienti".

"In questo quadro il digitale se ben usato - dice ancora Vigo - non fa venire meno il legame umano e professionale con i clienti ma lo potenzia e lo facilita, abbattendo la burocrazia e i vincoli dei processi e liberando il nostro valore e quello di chi si affida a noi. Penso ad esempio all'innovativa piattaforma di web collaboration che abbiamo attivato in questo periodo, grazie alla quale è possibile prendere un appuntamento e dialogare con un consulente, un private banker o col personale dello sportello senza uscire di casa, ma proprio come se si stesse allo stesso tavolo". 
 

E sul fronte dei servizi digitali, terminata l'emergenza, l'ad Massimo Vigo è certo che dal fintech "non arriverà una minaccia", semmai "una grande opportunità e noi ci stiamo investendo da tempo. Diversi anni fa abbiamo dato vita a Sellalab, il nostro centro d'innovazione che ha ospitato ed è entrato in contatto con centinaia di startup. A Milano abbiamo promosso il Fintech District, la principale community italiana del fintech e un punto d'accesso a un ampio ecosistema di open innovation".

"Oggi il settore bancario e finanziario - prosegue il dg - è investito da una nuova grande trasformazione epocale, l'open banking, vale a dire l'apertura della propria piattaforma tecnologica che consente di dare ai propri clienti prodotti e servizi completamente nuovi e fino ad ora impensabili. Banca Sella - racconta infine Vigo - attualmente rappresenta una delle principali realtà di open banking in Italia e ha già avviato diversi servizi in quest'ambito, come il virtual iban o l'aggregatore di conti di altre banche nella propria app o internet banking", conclude il nuovo amministratore delegato di Banca Sella.


venerdì 24 aprile 2020