Blockchain per distribuire fondi comuni: AcomeA lo fa con le Api di Sella

Home Blockchain per distribuire fondi comuni: AcomeA lo fa con le Api di Sella

Blockchain per distribuire fondi comuni: AcomeA lo fa con le Api di Sella

Monitor al New York ​Stock Exchange
Monitor al New York ​Stock Exchange - Wang Ying / Xinhua / eyevine / Contrasto

È stato completato con successo il primo test per la sottoscrizione di quote di fondi comuni e relativo pagamento attraverso l'infrastruttura FundsDLT, basata sulla tecnologia blockchain, e attraverso la piattaforma di open banking Fabrick su cui sono rese disponibili le API (Application Program Interface) di Banca Sella.

A raggiungere questo risultato è stata AcomeA Sgr che ha testato per il suo servizio di investimento Gimmi5 la nuova funzionalità. Questa prevede l'utilizzo di "smart contract" basati sulla tecnologia blockchain, la cui validità sul fronte della sicurezza e risparmio in termini di tempo e procedure, genera ulteriori vantaggi ai risparmiatori. 

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Fundsquare, per la parte FundsDLT, e con Fabrick, attore di riferimento per lo sviluppo di nuovi modelli di business e servizio basati su tecnologie Fintech, sulla cui piattaforma sono pubblicate le API di Banca Sella che dà il conto corrente di appoggio ad AcomeA. Il test ha dimostrato la possibilità di semplificare al massimo l'esecuzione delle operazioni, dimostrato l'efficienza e l'economicità di un ecosistema di nuova generazione per il trattamento degli ordini sui fondi d'investimento e offrendo un'esperienza digitale front-to-back ai clienti finali.
 


mercoledì 20 marzo 2019