La crescita europea rallenta nel terzo trimestre - La crescita europea rallenta nel terzo trimestre

Home La crescita europea rallenta nel terzo trimestre

La crescita europea rallenta nel terzo trimestre

Lo stabilimento Volkswagen di Dresda dove vengono assemblate le Golf elettriche
Lo stabilimento Volkswagen di Dresda dove vengono assemblate le Golf elettriche - Paul Langrock / Zenit / laif

Il Sole 24 Ore - Radiocor

La crescita in Europa rallenta nel terzo trimestre. I dati di Eurostat hanno confermato quello che gli analisti già si attendevano. Il rallentamento della Germania è il fattore principale che ha influenzato il dato. Quest´ultima sente il peso, secondo alcune analisi, dei nuovi parametri anti-inquinamento del settore dell´auto e anche dello scontro commerciale in atto tra gli Stati Uniti e la Cina.
Il Pil dei 19 paesi dell´Eurozona è cresciuto quindi dello 0,2% nel terzo trimestre rispetto ai tre mesi precedenti quanto il tasso di crescita era stato dello 0,4 per cento. Andamento simile per l´Europa a 28 paesi con un prodotto che cresce dello 0,3%, in rallentamento rispetto al +0,5% del secondo trimestre dell´anno. Il prodotto interno lordo dell´Eurozona su base annua è cresciuto dell´1,7% (+2,2%) e dell´1,9% nell´Europa a 28 (+2,1%). La crescita, anche se in rallentamento, è ancora piuttosto solida in Europa anche se, in rapporto agli Stati Uniti, è nettamente inferiore. Negli Usa il Pil del terzo trimestre cresce del 3% su base annua. L´analisi dei singoli paesi conferma la stasi in Italia già anticipata dall´Istat (crescita zero nel terzo trimestre e +0,8% su base annua (+1,2% il tendenziale nel secondo trimestre). Male, come anticipato, la Germania con una contrazione dello 0,2% del Pil che frena tutta l´area dell´euro. Bene invece la Spagna, che cresce dello 0,6% tra luglio e settembre, e la Francia con un +0,4 per cento. La Gran Bretagna, in procinto di uscire dalla Ue, registra un +0,6% del Pil trimestrale. Il rallentamento della crescita nel terzo trimestre ha un riscontro nei dati di Eurostat sulla produzione industriale. A settembre quest´ultima è risultata in calo dello 0,3% su base mensile. Dato in flessione anche per la Ue a 28 paesi: -0,3% rispetto ad agosto. La battuta d´arresto di settembre non interrompe però il percorso di crescita annua della produzione industriale: nella Ue a 19 stati registra a settembre un +0,9% e nell´Europa a 28 un ritmo più vivace dell´1,1 per cento.


lunedì 19 novembre 2018