L'hackathon per favorire l'open innovation nelle imprese

Home L'hackathon per favorire l'open innovation nelle imprese

L'hackathon per favorire l'open innovation nelle imprese

Un momento dell´hackathon organizzato a Salerno nell´ambito del Premio Best Practices per l´innovazione
Un momento dell´hackathon organizzato a Salerno nell´ambito del Premio Best Practices per l´innovazione

Riunire studenti, ricercatori, startup, liberi professionisti, innovatori, esperti di programmazione, intelligenza artificiale, internet of thing, marketing per dare vita a soluzioni innovative da applicare all'interno di aziende e  migliorare i servizi che offrono e i prodotti che vendono. È questa la logica che sta dietro gli hackathon, le "maratone di sviluppo" che permettono di mettere in contatto i talenti e le loro idee con le imprese e le loro esigenze, in un'ottica di open innovation e di condivisione delle competenze. Ed è proprio l'open innovation una delle chiavi per favorire il processo di innovazione nelle imprese, grandi o piccole che siano. Le aziende infatti per crescere preferiscono sempre di più basarsi non unicamente su idee e risorse interne, bensì si aprono a talenti e servizi esterni, a startup, collaborazioni con università, istituti di ricerca, incubatori. Un modello che permette vantaggi reciproci e che, oltre a migliorare processi già esistenti, può dar vita a nuovi business.
Gli hackathon, in questo contesto, rappresentano proprio uno dei momenti di incontro tra imprese e competenze esterne. Questi eventi permettono infatti di attirare un gran numero di talenti con competenze differenti che possono essere decisive nella realizzazione di un progetto.
Sellalab, la piattaforma di innovazione per le imprese del gruppo Sella, è attiva da tempo nell'organizzazione di hackathon, e ha favorito negli anni l'incontro tra domanda delle imprese e l'offerta delle competenze esterne. Lo stesso Gruppo, grazie all'organizzazione due anni fa di una "call for fintech" durante il quale si si sono confrontati sui temi della tecnologia e dell'innovazione applicati al settore finanziario, ha avuto modo di premiare la startup di Lecce Vydiasoft. Questa fa parte ancora oggi dell'ecosistema delle realtà innovative del territorio che fanno capo a SellaLab e ha collaborato attivamente con Banca Sella per lo sviluppo delle soluzioni di voice banking.
Più recentemente, insieme ad Euronics, Sellalab ha organizzato un hackathon a Firenze dedicato allo sviluppo e all'integrazione dei canali di vendita digitali e quelli fisici, migliorando l'esperienza d'acquisto dei clienti ripensando la struttura dei punti vendita sfruttando le opportunità introdotte dal digitale. A Salerno, invece nell'ambito del Premio Best Practices che dal 2013 ha tra i suoi partner anche il gruppo Sella, Sellalab ha promosso l'"Hack for Innovation", un hackathon di due giorni realizzato in collaborazione con le Università degli Studi di Salerno che ha coinvolto sessantacinque studenti. Al termine della competizione, che ha messo alla prova i livelli di creatività e problem solving dei partecipanti, sono stati premiati tre progetti. Inoltre, per i profili di maggiore interesse è previsto un maggiore approfondimento da parte delle imprese coinvolte per valutarne un percorso di inserimento e crescita all'interno delle stesse.

 


lunedì 10 dicembre 2018