L'Europa delle challenger banks

Home L'Europa delle challenger banks

L'Europa delle challenger banks

Il Fintech, l'open banking e la richiesta di servizi sempre più "smart" da parte dei Millenials, ma non solo, stanno trasformando radicalmente il settore bancario. In tutto il mondo, Europa compresa, sono sempre più numerose le cosiddette challenger banks o neobanks. Vale a dire delle fintech 100% online che offrono servizi per gestire il proprio denaro esclusivamente tramite un'app per smartphone. Il successo di queste soluzioni è stato così rilevante che una recente ricerca (European Retail Banking Radar 2019 della società AT Kearney) ha calcolato che la base di clienti per queste nuove realtà in Europa è cresciuta di oltre 15 milioni a partire dal 2011 e che potrebbero raggiungere gli 85 milioni , pari a circa il 20% della popolazione di età superiore ai 14 anni, entro il 2023.

Sulla base dei dati contenuti nello studio il sito specializzato Fintech News ha disegnato la mappa delle principali challenger banks che stanno guidando, paese per paese, la trasformazione dei servizi bancari. Si va da Revolut in Gran Bretagna, che oggi conta oltre 7 milioni di clienti (è presente anche negli Usa, Canada e Australia), a N26 in Germania, con 3,5 milioni di clienti in 26 differenti mercati. Quanto all'Italia, c'è il caso di Hype, considerata la prima challenger bank del paese, nata come startup interna al gruppo Sella, da sempre all'avanguardia nell'innovazione, nel fintech e ora anche nell'open innovation. 
 
Hype mette a disposizione un Iban, una carta prepagata e una app attraverso cui si può accedere a servizi come bonifici, addebiti e pagamenti ricorrenti come le bollette, uno strumento per il controllo delle spese e la pianificazione di obiettivi di risparmio,  scambio di denaro P2P con gli altri "hypers", più un'offerta assicurativa e di credito al consumo tramite accordi commerciali con terze parti. Grazie all'integrazione con ApplePay e GooglePay è possibile fare pagamenti dal cellulare e la carta Hype può essere utilizzata per prelevare, senza commissioni, nei bancomat di tutto il mondo.


lunedì 16 dicembre 2019