Il robot carrello porta la spesa fino a casa

Home Il robot carrello porta la spesa fino a casa

Il robot carrello porta la spesa fino a casa

Un momento dei test di navigazione per le vie cittadine di Mobot
Un momento dei test di navigazione per le vie cittadine di Mobot - Medate Srl

In Toscana, mentre si passeggia nel piccolo borgo medievale di Peccioli, non sarà d'ora in poi difficile imbattersi in Mobot, il robot carrello per la spesa che aiuta i cittadini a trasportare a casa la spesa quotidiana.

Sviluppato da una spin off della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e controllabile da una app sullo smartphone, Mobot "insegue" gli abitanti che lo usano e, in futuro, potrà trasportare anche carichi di merci più pesanti per rifornire gli stessi negozi. 

Dopo i primi test avvenuti nel 2018, grazie alla collaborazione con alcuni cittadini, Mobot può offrire anche altre funzioni: ad esempio il robot adegua la sua velocità a seconda della camminata dell'utente, e pure l'interazione del robot con l'ambiente è stata sensibilmente migliorata, in particolare per la convivenza con altri veicoli, pedoni o ostacoli di altra natura, sia  durante la parte di navigazione autonoma, sia durante quella che viene definita la fase di "inseguimento", ovvero quando MoBot segue l'utente per il trasporto della merce. 

Il borgo di Peccioli non è nuovo a iniziative innovative: nel 2008 è stato infatti testato anche DustBot, il sistema robotico per la raccolta differenziata dei rifiuti a domicilio, sviluppato sempre dall'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna.


mercoledì 20 marzo 2019