Accenture, dal 2012 oltre 400 accordi tra startup e banche

Home Accenture, dal 2012 oltre 400 accordi tra startup e banche

Accenture, dal 2012 oltre 400 accordi tra startup e banche

La sede di Accenture a Madrid
La sede di Accenture a Madrid - Ricardo Ricote Rodrìguez

Esplosione del fenomeno delle fintech in Europa con oltre 400 accordi tra startup e banche, siglati dai 30 maggiori istituti europei a partire dal 2012. A evidenziarlo è Accenture nell'Osservatorio Open Innovation. 

Secondo lo studio che ha esaminato i 400 accordi delle trenta maggiori banche europee, il 39% è rappresentato da partnership, il 29% da piattaforme di incubazione/accelerazione di startup, il 25% da investimenti di venture capital e il 7% da acquisizioni strategiche.

Secondo il responsabile dei financial services di Accenture Mauro Macchi "Siamo in una fase di maturità e la collaborazione tra banche e fintech è diventata naturale negli ultimi due anni" che aggiunge la necessità di "un ripensamento da parte delle banche su come collaborare con questi nuovi attori, sviluppando strategie di ecosistema e vere e proprie piattaforme di crescita". 

Dall'Osservatorio emerge che a livello europeo si registra uno spostamento dei ricavi del 7% verso i nuovi player, che già nel 2017 avevano conquistato una quota del 6,6% sul totale. Inoltre, le banche che innovano, aprendosi alle Fintech ottengono un maggiore riconoscimento da parte del mercato.


mercoledì 15 maggio 2019