Facebook punta sulle mappe e acquista la startup Mapillary

Home Facebook punta sulle mappe e acquista la startup Mapillary

Facebook punta sulle mappe e acquista la startup Mapillary

Sebastian Hietsch / Unsplash

Facebook entra nel mondo della mappe e lo fa acquisendo la startup svedese Mapillary, una sorta di Google Street View ma realizzato grazie al contributo continuo delle persone che ne utilizzano il software contribuendo così anche all'aggiornamento dei luoghi.

Mapillary è infatti una piattaforma in crowdsurcing di immagini a livello stradale, con dati su segnali, indirizzi e altre informazioni che possono essere percepite ad altezza d'uomo. Dal 2013 utenti di circa 190 Paesi nel mondo hanno infatti raccolto foto delle loro città e dei loro quartieri e grazie alla tecnologia di Mapillary è stato possibile unirle tutte per creare mappe tridimensionali navigabili a livello stradale. E grazie al contributo continuo della 'community', le immagini sono sempre aggiornate.

Le immagini su Mapillary, fino ad ora gratuite solo per scopi non commerciali, sono state rese disponibili anche a tutte le attività. E forse sarà proprio questo uno dei business sui cui punterà Facebook.


mercoledì 24 giugno 2020