Turismo, Banca Sella offre il servizio per rilevare il credito di imposta

Home Turismo, Banca Sella offre il servizio per rilevare il credito di imposta

Turismo, Banca Sella offre il servizio per rilevare il credito di imposta

La citta´ di Positano sulla Costiera Amalfitana
La citta´ di Positano sulla Costiera Amalfitana - Anzenberger-Fink / Anzenberger/contrasto

Un nuovo servizio rivolto alle strutture ricettive per far ripartire la domanda di turismo nel nostro Paese. Banca Sella lancia una nuova iniziativa per rilevare il credito di imposta del cosiddetto "Bonus vacanze", previsto dal "Decreto Rilancio" nell'ambito delle misure varate dal governo, che permette alle strutture che operano nel settore del turismo di cedere alla banca il loro credito di imposta e avere così in cambio una liquidità immediata per far fronte a questa particolare fase di ripresa.  Il servizio è richiedibile direttamente dall'internet banking della banca. 

Il "Bonus Vacanze"

Il "Bonus vacanze" prevede che le famiglie che rientrano in determinati parametri di reddito possano richiedere il bonus per un importo massimo di 500 euro. Tale somma sarà spendibile nelle strutture ricettive in Italia ed è usufruibile per l'80% come sconto sul prezzo da pagare, mentre il restante 20% come detrazione di imposta nelle dichiarazione dei redditi. Per le strutture, lo sconto dell'80% applicato alle famiglie sarà rimborsato sotto forma di credito di imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione dei versamenti tramite modello F24, oppure può essere ceduto a terzi.

Il nuovo servizio

Banca Sella, attraverso i suoi esperti, offre la consulenza alle strutture ricettive in modo da favorire la conoscenza di questa misura e le guida alla compilazione del modulo online, disponibile sulla piattaforma di internet banking per richiedere la cessione alla banca del credito di imposta maturato, così da avere subito a disposizione risorse liquide aggiuntive che possono essere immediatamente utilizzate per le loro esigenze.

Lo strumento del credito di imposta rientra anche nelle ulteriori misure del governo, come ad esempio l'adeguamento degli ambienti di lavoro e il "Superbonus 110%" previsto per gli interventi di efficienza energetica sugli immobili. 


lunedì 3 agosto 2020