Tra gli italiani cresce l'interesse per gli investimenti sostenibili

Home Tra gli italiani cresce l'interesse per gli investimenti sostenibili

Tra gli italiani cresce l'interesse per gli investimenti sostenibili

Alcune persone camminano all´interno della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano
Alcune persone camminano all´interno della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano - REUTERS/Flavio Lo Scalzo

Il Sole 24 Ore - Radiocor

L'attenzione dei risparmiatori italiani per gli investimenti sostenibili e responsabili, conosciuti con l'acronimo Sri, continua a crescere ma la diffusione di tali prodotti resta limitata per la scarsa informazione in generale sulla finanza sostenibile. Questa l'evidenza di un'indagine realizzata da Forum per la Finanza sostenibile in collaborazione con Bva Doxa. 

Il primo dato che emerge è la nuova sensibilità che si è sviluppata, rapidamente, su questi temi. L'80% degli intervistati considera molto importante essere messo al corrente della sostenibilità ambientale e sociale dei propri investimenti.  In generale l'informazione è considerata carente per il 56% degli intervistati (60% la quota nella stessa rilevazione fatta nel 2018).  

Dal campione di risparmiatori interpellato emerge che solo uno su quattro ha sottoscritto quest'anno prodotti Sri. La causa principale della mancata sottoscrizione è la limitata conoscenza delle caratteristiche di questi prodotti (47%), l'assenza di una pubblicità adeguata (36%) seguita dalla promozione insufficiente da parte degli operatori finanziari (24%) e dei consulenti (19%). 

Del resto le abitudini di investimento necessitano di tempi lunghi per modificarsi. La ricerca del Forum conferma che le principali leve di investimento si confermano la rischiosità e la flessibilità seguite dalla reputazione dell'intermediario, dell'azienda su cui si investe e dal rendimento dell'investimento (al primo posto per il 38% del campione). La propensione ad aumentare gli investimenti su prodotti finanziari attenti agli aspetti ambientali è comunque evidente: il 31% lo dichiara esplicitamente. I temi ambientali che influenzano le scelte di investimento sono le energie rinnovabili, citate dal 72% degli intervistati, le politiche di risparmio energetico (69%) e l'economia circolare (67%). Altro dato che emerge è che la quasi totalità del campione (92%) considererebbe nelle sue scelte di investimento 'molto' e 'abbastanza' rilevante la presenza di politiche a sostegno dell'ambiente da parte delle aziende su cui puntare i propri risparmi.
 


giovedì 21 novembre 2019