Cultura e turismo spingono l'economia anche grazie all'innovazione digitale

Home Cultura e turismo spingono l'economia anche grazie all'innovazione digitale

Cultura e turismo spingono l'economia anche grazie all'innovazione digitale

Una sala del Museo Egizio di Torino
Una sala del Museo Egizio di Torino - Tania / CONTRASTO

Il Sole 24 Ore - Radiocor

L'offerta sul web, la disponibilità di app e il gradimento sui social network dei musei statali italiani sono in netta crescita negli ultimi anni. Lo conferma la ricerca sul 2018 curata da Bem Research che ha preso in considerazione i principali siti storico-artistici italiani per ciascuna regione italiana sulla base dei dati del ministero dei Beni Culturali (Mibact), ha elaborato un indice generale e lo ha messo a confronto con tre gradi siti turistici europei: Torre Eiffel, Torre di Londra e Museo del Prado di Madrid. 

Il migliore sito storico-artistico statale italiano per le prestazioni online è risultato il Museo Egizio di Torino che ha ridotto il gap sull'online rispetto ai tre grandi siti europei citati. Al secondo posto c'è il Cenacolo Vinciano e al terzo i Giardini Trauttmansdorff di Merano. Ai primi posti della classifica anche l'area del Colosseo e il sito archeologico di Pompei. La valutazione si è basata su quattro parametri: prestazione del sito web, gradimento su Facebook, interazione su Tripadvisor e disponibilità e utilità delle applicazioni per gli smartphone. 

Il museo statale italiano con le migliori prestazioni sul web è stato nel 2018 il Cenacolo Vinciano, seguito da Pompei e dal Museo Egizio. Per questo sub-indice si considerano la velocità di caricamento delle pagine e la disponibilità di pagine in lingua straniera che è ormai molto diffusa con solo tre siti storico-artistici nazionali, sui venti considerati, che propongono ancora contenuti solo in italiano. Rispetto alla classifica degli anni precedenti, la rilevazione sul 2018 nota nel complesso che musei e aree archeologiche del Nord continuano a mostrare le migliori prestazioni sul web peggiorano, invece, i siti del Mezzogiorno ma soprattutto del Centro. Le strutture statali del Sud, sorprendentemente, risultano invece quelle con le performance migliori per la velocità di caricamento delle pagine web. 

L'offerta digitale è essenziale in un paese nel quale il flusso di turisti esteri continua a crescere: nel 2018 i turisti stranieri sono stati 94 milioni in crescita del 3,7% rispetto ai 90,6 milioni di visitatori del 2017 e gli accessi ai musei statali lo conferma. L'area archeologica del Colosseo-Foro Romano e Palatino nel 2018 con 7,7 milioni di visitatori ha superato nettamente la Torre Eiffel (6,9 milioni) e il Museo del Prado (3 milioni).


martedì 1 ottobre 2019