Città creative Unesco, Biella tra le candidate

Home Città creative Unesco, Biella tra le candidate

Città creative Unesco, Biella tra le candidate

Alcune delle chiocciole giganti che sono state esposte in Piazza Duomo a Biella, realizzate dal collettivo di arte contemporanea Cracking Art per sostenere la candidatura a città creativa Unesco
Alcune delle chiocciole giganti che sono state esposte in Piazza Duomo a Biella, realizzate dal collettivo di arte contemporanea Cracking Art per sostenere la candidatura a città creativa Unesco

Sono Biella, Trieste, Bergamo e Como le quattro città che hanno ottenuto il sostegno ufficiale della Commissione italiana Unesco per l'ingresso nel network delle "Creative cities", una rete che oggi conta 180 città in 72 paesi. Il Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, infatti, il 13 giugno ha deciso all'unanimità di sostenere le città di Biella e Como per l'artigianato, Bergamo per la gastronomia e Trieste per la letteratura. La decisione finale sulle città designate verrà presa a Parigi nel mese di novembre.

Il bando 2019 dell'Unesco prevede che ogni Paese possa sostenere fino a 4 candidature e in questa fase Biella ha dovuto competere con diverse città italiane. Per affrontare questa sfida il territorio si è presentato unito e compatto, mettendo in campo le sue energie e attivando la rete di relazioni internazionali di cui Biella fa parte e che sicuramente ha contribuito al raggiungimento di questo risultato anche grazie alle oltre 130 lettere di sostegno ricevute, al coinvolgimento di tutti i principali soggetti culturali e istituzionali del Biellese su progetti sostenibili e alle affinità elettive con le città creative che già fanno parte del circuito.  
La Commissione Unesco infatti, dopo ampia discussione, ha designato come criteri prevalenti per la selezione "l'adesione ampia della comunità locale e della società civile al progetto di città creativa e il valore della candidatura nel processo di crescita civile ed economica delle città, che si riflette in particolare in una nuova o maggiore esposizione internazionale".
Considerato che per ogni nazione solamente 2 città candidate, appartenenti a due diversi settori creativi, potranno essere designate, tra i criteri di selezione adottati il Consiglio Direttivo ha tenuto conto anche della necessità di rappresentare la maggiore varietà possibile di settori creativi.

Le 4 città selezionate rispondono in pieno ai requisiti richiesti dall'Unesco ed hanno programmato un piano d'azione immediatamente realizzabile, in linea con gli obiettivi della Rete e dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, come richiesto nel bando.
Bergamo, Biella, Como e Trieste, che hanno ricevuto la lettera di sostegno della Commissione Nazionale, presenteranno le loro candidature all'Unesco entro il 30 giugno e nel mese di novembre 2019 a Parigi verranno annunciate le città designate.


martedì 25 giugno 2019