Al via la blockchain di settore grazie a 'Spunta Banca DLT'

Home Al via la blockchain di settore grazie a 'Spunta Banca DLT'

Al via la blockchain di settore grazie a 'Spunta Banca DLT'

Chris Liverani / Unsplash

Le banche che operano in Italia possono ora contare su di una blockchain di settore per la rendicontazione dei conti reciproci. Spunta Banca DLT, il progetto promosso dall'Abi e coordinato da Abi Lab, ha infatti completato con successo i test tecnici ed è in produzione per la prima sezione di banche che partecipano all'iniziativa. Tra queste anche Banca Sella Holding, Banca Patrimoni Sella & C. e Banca Sella, che è anche una delle realtà pilota del progetto.

Oggi 32 banche operano su una blockchain ed hanno spostato l'intero processo da una modalità tradizionale di scambi di telefonate e messaggi a una tecnologia basata su registri distribuiti. È quindi operativa l'applicazione di una catena di blocchi per il mondo bancario in Italia. 

Il progetto interviene sulla procedura di spunta interbancaria, legata a un'operatività tradizionalmente a carico del back office, diretta a riconciliare i flussi delle operazioni che generano scritture contabili sui conti reciproci Italia e a gestire i sospesi. Sino ad ora la spunta è stata basata su registri bilaterali, con un basso livello di standardizzazione e modalità operative non avanzate. L'applicazione di un processo basato sulla blockchain nel senso di tecnologia dei registri distribuiti (Distributed Ledger Technology - DLT) alla spunta interbancaria Italia permette di riscontrare automaticamente transazioni non corrispondenti sulla base di un algoritmo condiviso, rende possibile la standardizzazione del processo e del canale di comunicazione unico e consente di avere una completa visione sulle transazioni tra le parti interessate.

Dopo le simulazioni e 1680 verifiche di funzionamento, tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio in termini di performance è emerso che sono stati raggiunti tutti i tempi obiettivo. Dall'inizio di marzo il processo è operativo. L'interrogazione dei dati e l'esecuzione delle operazioni più semplici viene eseguita in meno di un secondo, anche nei casi più complessi, mentre la generazione di report avviene in mezzo minuto. Durante il test sono stati generati 103 conti reciproci, registri bilaterali, alimentati con 7 milioni di movimenti in termini di dati reali. Il tasso di riscontro automatico registrato è stato pari al 94,5%.

Sulla base di questi risultati soddisfacenti il tavolo di banche pilota che governa il progetto ha convenuto di andare in produzione secondo la pianificazione prevista.

Il progetto promosso dall'Abi, coordinato da Abi Lab - il Centro di ricerca e innovazione per la banca promosso dall'Associazione bancaria italiana, per l'applicazione di una blockchain ai processi interbancari, vede l'impegno dei partner tecnici NTT DATA e SIA, oltre a R3 con la piattaforma Corda.

Sono intanto al lavoro le 23 banche che opereranno nella seconda finestra di migrazione. Questo raggruppamento passerà in produzione a maggio 2020 ed è già in programma la terza finestra per ottobre. 


martedì 28 aprile 2020