'Naturalmente Biella', al via la campagna promozionale di Atl e Fondazione Biellezza

Home 'Naturalmente Biella', al via la campagna promozionale di Atl e Fondazione Biellezza

'Naturalmente Biella', al via la campagna promozionale di Atl e Fondazione Biellezza

Uno scorcio dei monti biellesi dalla Panoramica Zegna
Uno scorcio dei monti biellesi dalla Panoramica Zegna - Wolfgang Stahr / laif

Natura incontaminata, aria e acqua pura, vasti spazi in cui praticare sport o semplicemente rilassarsi in totale sicurezza: punta su questi elementi, semplici ma di grande impatto, la campagna promozionale "Naturalmente Biella" messa a punto da ATL e Fondazione Biellezza per promuovere il Biellese in questa estate caratterizzata dal grande ritorno del turismo di prossimità

Sullo sfondo l'azione promozionale della Regione Piemonte che ha ben chiara la necessità di rilanciare il turismo piemontese con un'azione forte che metta al centro la bellezza e il fascino dei vari territori oltre a risorse aggiuntive per la promozione. 

La montagna poi si sta rivelando un forte attrattore e in questo contesto Biella e il Biellese hanno molte carte da giocare per far scoprire (o ri-scoprire) il territorio che sempre più lavora unito per prepararsi ad accogliere i turisti. 

Una campagna dunque incentrata su splendide immagini di territorio, sport e natura comunicate dal messaggio "Naturalmente Biella" selezionato come particolarmente convincente dai circa 2.000 partecipanti al sondaggio promosso nelle scorse settimane dalla Fondazione BIellezza, nata negli scorsi mesi per iniziativa di Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, gruppo Sella e Gruppo Zegna, con il sostegno di Cittadellarte-Fondazione Pistoletto. La campagna, che sarà giocata molto anche sulla forza dei social, è destinata a far conoscere il Biellese ai potenziali turisti disegnandone un'immagine di territorio accogliente e sorprendente, per molti versi "incontaminato" dal turismo di massa, una "bella scoperta" per l'estate 2020 ma soprattutto un territorio "a portata di mano" anche per le grandi città dopo i mesi di lockdown.


giovedì 16 luglio 2020